DELTA DEL DANUBIO guida turistica...per il tuo viaggio

Il Delta del Danubio, è la più giovane terra romena, incluso nel 1991 nella lista del patrimonio dell’Unesco, considerato il delta dell’Europa meglio conservato(2.681Kmq). I bracci più importanti del delta sono Chilia, Sulina e St. Gheorghe, tempestato di canneti, canali, laghi, paludi, isole galleggianti e banchi di sabbia.

Poi si possono ammirare, molte specie di pesci ed uccelli rari e attretante specie di alberi e piante. Incontriamo grandissime colonie di pellicani, ma pure il pesce dalle uova d’ oro lo storione, (il pesce che produce il famoso caviale). Quindi si deduce che qui e il paradiso di piante e animali , degli insetti, quindi meglio munirsi di protezioni adeguate come le creme contro le punture di insetti.

Le persone che abitano questi posti nelle poche aree non inondate del Delta troviamo rumeni, lipoveni, ucraini, e turchi, greci, armeni. Qui naturalmente si gustano pietanze con ingrediente principale il pesce, si gode di tanta tranquillità , e perche no pure avventura. Si incontriamo qui la più nordica foresta subtropicale dell’Europa si e formata sul terreno sabbioso di Letea, nel nord del Delta del Danubio.

L’improvviso cambiamento di scenario, dalla foresta subtropicale a banchi di sabbia, si materializza a solo 200-300m. Una delle caratteristiche della foresta è l’abbondanza di liane. Qui troviamo querce di prato e grigiastre con età superiore ai 150 anni un metro di diametro di fusto e i 30-35 m di altezza, il pioppo bianco e nero, il frassino di prato, il frassino soffice (rarità botania). Tra la fauna immense quantita di insetti circa 2000 specie catalogate che poi sono quelle che attraggono le varie razze di uccelli migratori ed indigeni, poi esistono 3 specie di falchi e l’ aquila, che nidificano qu e la vipera di sabbia. Uno spettacolo sono i cavalli che vivono liberi in certe zone e possono essere viste al galoppo sulle dune di sabbia..

In conclusione il Delta del Danubio un territorio unico al mondo con una natura intatta. Chiudiamo con le parole del grande Jacque-Yves Cousteau, esporatore e oceanografo, e realizzatore di stupendi documentari francese “ E una meraviglia che il Delta del Danubio sopravviva all’immensa pressione dell’inquinamento, mantenendo in modo eroico la bellezza e la biodiversità.”



Copyright © 2019 · CiaoRomania ·