Tour Romania con Charme - 8 giorni/7 notti
695 euro/persona/doppia


PRENOTA ORA IL Tour Romania con Charme
VEDI ANCHE Mini Tour Dracula in Transilvania - 4 giorni/3 notti

Durata: 8 giorni/7 notti
Itinerario: Bucarest - Sibiu (2 notti) - Gura Humorului (2 notti) - Brasov (2 notti)
Arrivo: Bucarest
Partenza: Bucarest
Distanza totale: 1800km

In questo tour visiteremo tra le zone più gettonate della Romania La famosa Transilvania con le sue colline le città e chiese fortificate, le foreste e i verdi campi, e la bellissima e bucolica Bucovina, tra le montagne e dolci alte colline visiteremo i bellissimi Monasteri con le pareti esterne affrescate ( tra cui la cappella sistina del oriente Voronet).

Giorno 1: Arrivo a Bucarest

Arrivo aeroporto Otopeni di Bucarest e incontro con la vostra guida. Transfer a Bucarest..

Cena speciale in ristorante tradizionale con spettacolo. Pernotto hotel Bucarest.

Giorno 2: Curtea de Arges – Valle dell’Olt – Cozia - Sibiu ( 280 km )

Di buon mattino saluteremo Bucarest e partiamo per la spettacolare Valle dell’Olt. Arrivo al Monastero Cozia e visita della chiesa fondata nel 1386 dal voivoda della Vlacchia, Mircea il Vecchio.

Dopo la visita si parte per Sibiu, affascinante città medioevale situata al centro dei monti Carpazi, capitale europea della cultura nel 2007. Sibiu è una delle città più belle della Romania grazie al suo particolare e unico patrimonio architettonico. Fondata nel 1190 dai Sassoni su un antico insediamento romano, chiamato Cibium, era la più ricca delle 7 cittadelle fortificate e si trovava lungo la via di commercio tra oriente e occidente. Esploreremo le antiche vie per ammirarne i monumenti principali: Palazzo Bruckenthal, il Ponte delle Bugie costruito sopra la strada che collega la città bassa e la città alta, la Cattedrale protestante dei Sassoni eretta al inizio del XVI secolo, la Chiesa Cattolica della Trinita costruita in stile barocco tedesco all’inizio del XVIII secolo, le piazze della città, la piazza Grande, la Piazza Piccola e piazza Huet, ed infine la Cattedrale Ortodossa sede della Mitropolia della Transilvania. Cena tipica e pernottamento a Sibiu hotel. .

Giorno 3: Sibiu - Alba Iulia - Castello dei Corvini a Hunedoara - Sibiu ( 300 km )

Dopo la colazione partiamo alla scoperta dell’antica Dacia: Alba Iulia rappresenta la capitale storica e spirituale della Romania, perché qui il 1° dicembre 1918 e stata proclamata l’unita nazionale tra la Transilvania e la Romania formando la Grande Romania. La città fu fondata dai Romani nel II secolo d.C. sotto Marco Aurelio e distrutta dai Tartari nel 1241. Durante il Medioevo, Alba Iulia veniva considerata come la città socialmente e politicamente più importante. Dal 1599 al 1601 divenne la capitale dei principati uniti della Valacchia, Transilvania e della Moldavia. Uno dei simboli della città è la cattedrale cattolica di San Michele in stile romanico, risalente al IX-X secolo d.C.; è il più prezioso monumento medioevale della Transilvania, costruito nell'epoca tardo romanica con influenze gotiche. Accanto si trova la cattedrale ortodossa della riunificazione costruita nel 1921-1922 per ospitare la cerimonia dell’incoronazione del Re Ferdinando e della Regina Maria, primi sovrani della Romania unita.

Proseguimento per Hunedoara dove si visita il Castello dei Corvino, un impressionante castello in stile gotico. Dopo la visita del Castello si ritorno a Sibiu per la cena e il pernottamento.

Giorno 4: Sibiu – Sighisoara – Gura Humorului ( 400km )

Dopo la colazione partenza per Sighisoara “città-fortezza” una tra le pochissime ancora abitate nell’Europa dell’Est. Sighisoara mantiene un centro storico perfettamente conservato, con la struttura urbanistica e gli edifici caratteristici di una cittadella medievale, Patrimonio dell'Umanità. La città è divisa in due parti: la zona medievale, che si trova in cima alla collina, e la parte bassa, nella valle del fiume Tarnava Grande. Tra gli edifici che formano il centro storico, di particolare interesse sono le case degli artigiani che, sotto il controllo di una fondazione e con l'apporto del Governo romeno, conservano ancora i laboratori ed i relativi attrezzi di lavoro. L'edificio che rappresenta il simbolo della città è la Torre dell'Orologio, costruita nel 1556 ed alta 64 mt. Diverse sono le torri di difesa che coronano la città e portano il nome dei mestieri dei loro costruttori: la torre dei Cordai, dei Sarti e dei Calzolai. Inoltre tra le abitazioni del paese vi è la Casa di Vlad Dracul, edificio in cui abitò il grande Signore della Valacchia e dove è nato il figlio Vlad l'Impalatore. Proseguimento per la Bucovina. Arrivo tardi in serata, cena e pernotto agriturismo in Bucovina.

Giorno 5: Gura Humorului – Moldovita – Sucevita – Voronet – Gura Humorului ( 200km )

La nostra giornata sarà dedicata alla visita di straordinari monasteri dipinti della Bucovina. Il monastero di Voronet, costruito nel 1487 da Stefano il Grande per celebrare una vittoria contro i Turchi è conosciuto enfaticamente come la Cappella Sistina d’Oriente. Ha una grande varietà di affreschi, internamente ed esternamente, dove predomina il blu Voronet, creato con il lapislazzuli. Gli affreschi, rappresentano scene bibliche, tra cui un meraviglioso Giudizio Universale e la Genesi, preghiere e inni sacri. Il monastero di Moldovita, costruito per volere del principe Petru Rares (figlio di Stefano il Grande) nel 1532 e dipinto 5 anni dopo, è decorato con stupendi affreschi ispirati ad una poesia dedicata alla Vergine Maria e al suo intervento a protezione della città di Costantinopoli durante l’attacco persiano del 626 a. C.. Nel 1500 la minaccia ottomana era forte in Moldavia e in questo modo si voleva invocare lo stesso intervento divino. Decorate principalmente in giallo ocra, rosso, verde e blu, le pareti del monastero di Moldovita, costruito nel bel mezzo della foresta, ospitano anche una rappresentazione della genealogia di Cristo. La chiesa combina elementi bizantini e gotici e presenta un portico aperto, 3 absidi, una torre ottagonale, e una serie di piccole nicchie, ben 105, ciascuna dedicata ad un angelo. A pochi passi si trova un edificio a due piani al cui interno è ospitato il museo del convento con arazzi realizzati con fili d’oro e d’argento, icone, libri liturgici e reperti archeologici. Il complesso è custodito all’interno di una cinta muraria quadrangolare, fortificata con delle torri angolari.

Il monastero di Sucevita, fondato nel 1581 dal vescovo di Radauti e in seguito ampliato da suo fratello, il principe regnante della Moldavia, è circondato da mura e torri difensive. Sulla chiesa, l’ultima ad essere costruita delle 22 chiese affrescate della Bucovina, svetta un campanile. Affrescato tra il 1595 e il 1604, il monastero di Sucevita ha il maggior numero di immagini dipinte anche se il versante occidentale non è decorato. Tra le raffigurazioni troviamo la Scala del Paradiso, un percorso ascensionale di collegamento tra Terra e Cielo, ornata da angeli dalle ali rosse e dove confluiscono sentieri con le iscrizioni delle virtù monastiche, e l’albero di Isaia. La chiesa ha 5 sale e due portici non identici costruiti in una seconda fase. Le spesse mura che circondano il complesso sono lunghe quasi 100 metri per lato e sono rinforzate con contrafforti, bastioni e 5 torri. Cena e pernottamento a Gura Humorului.

Giorno 6: Gura Humorului – Monastero Agapia – Gole di Bicaz - Brasov ( 350km )

Dopo la colazione si parte per il Monastero Agapia, monastero femminile di fondazione del sec. XVII ricostruita nel sec.XIX/ La chiesa e rivestita di affreschi eseguiti all’eta di vent’anni da Nicolae Grigorescu ( uno dei più inportanti pittori della Romania) a partire dal 1858. Il villaggio e formato dalle case delle monache. Continuiamo per le gole di Bicaz lunghe 10 km, formate da rocce calcaree mezozoiche, alte m 300-400. Tutta la zona, nel massiccio di Haghimas, forma una riserva geomorfologica, botanica e forestale. Partenza per il Lago Rosso, lago originato dallo sbarramento naturale per una frana del monte Ghilcos nel 1837, dall’acqua emergono i tronchi pietrificati dei pini. Sosta al Lago Rosso. Dopo le spettacolare gole di Bicaz e il rilassante Lago, si continua per arrivare a Brasov. Cena tipica e pernottmento a Brasov in hotel.

Giorno 7: Brasov – castello Bran – Brasov ( 100km )

In mattinta partenza per il castello di Bran conosciuto ai più come il Castello di Dracula, la fortezza più famosa e visitata della Transilvania. Costruito nel XIV secolo da Ludovico I D’Angiò come posto di guardia, il castello è arroccato su una parete rocciosa all’interno di una stretta gola. Questo ambiente drammatico e spettacolare ha aiutato ad accrescere l’alone di mistero e di leggenda che lo avvolge: l’architettura si è evoluta nel corso dei secoli ma sono i caratteri gotici, le scalinate strette e tortuose, le camere a graticcio, i passaggi sotterranei e le torri che gli conferiscono un sapore misterioso e affascinante. Il castello, incarna la vivida immaginazione dell’autore irlandese Stoker che, pur non avendolo mai visto, lo ha inserito perfettamente nel suo romanzo ( Dracula). Vlad l’Impalatore, l’ispiratore di Dracula, fu uno dei sovrani medievali più raccapriccianti che ha combattuto una serie di campagne nella zona intorno al Castello durante XV secolo.

Dopo la visita del castello Bran si fara la visita della citta di Brasov, città medievale, conosciuta come “la città della corona”, la città dei mercanti e degli artigiani. Affascinante e un po’ bohémien, è la principale città della Transilvania per importanza culturale e commerciale. Fondata dai cavalieri teutonici nel 1211 e fortificata dai Sassoni, la città è un dedalo di stradine, facciate barocche e guglie gotiche. La pittoresca cittadella medievale è circondata da mura costruite nel XV secolo, alte 12 metri, lunghe 3 chilometri e con 7 bastioni, e qui si trovano la Chiesa Nera, la più grande chiesa gotica in Romania, la Strada Rope o Sforii, la via più stretta d’Europa che collega via Cerbului con via Poarta Schei, la Cattedrale di San Nicola e la bellissima Piazza del consiglio, o Piata Sfatului, circondata da strutture barocche e case mercantili con al centro il vecchio cuore amministrativo della città. Cena e pernotto Brasov. .

Giorno 8: Brasov – castello Peles – monastero Sinaia – Otopeni ( 4160km )

Dopo la colazione si parte per Sinaia, la „Perla dei Carpazi”, la piu nota localita di montagna della Romania situata nella Valle Prahova ai piedi del masicio dei Bucegi, la chiudono meravigliose pinete e picchi superiori ai m 2000. L’origine e il nome della localita vengono dal monastero Sinaia, costruito dallo spatario Mihail Cantacuzino nel 1695. Dopo la visita del monastero si continua con la visita del castello Peles, l’ex-residenza estiva del Re Carlo I e della Regina Elisabeta, un enorme edificio construito tra 1873 e 1914. Il bellissimo castello ha l’aspetto di chalet svizzero, con elementi rinascimentali italiani e bavaresi. Subito dopo transfer per l’ aeroporto.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Tariffa 695 euro/persona/doppia

Supplemento camera singola 150 euro

Servizi inclusi:

Non sono inclusi:

La partenza e garantita per un minimo di 4 persone

Supplemento notte a Bucarest pre/post tour - 40 euro/persone/doppia - Hotel 4* centrale con colazione ( ex h. Capitol)

Supplemento camera superior 150 euro/persona/per tutto il tour

Iscrizioni a info@ciaoromania.com indicando nome cognome, numero persone, numero telefono,volodi arrivo/partenza con orari, tipo letti (matrimoniale/twin).

Chiusura delle iscrizioni 30 giorni prima della partenza.

Per la prenotazione sarà richiesta una quota di 200 euro/persona.

Vi aspettiamo in Romania!



Copyright © 2019 · CiaoRomania ·